30 marzo 2021 Relazioni

Il sesso nelle relazioni di coppia: perché potrebbe diventare noioso?

La noia è uno dei sentimenti più critici per il benessere sessuale di coppia. Ma da cosa dipende questo sentimento? È legato solo ai singoli partner? 

Il sesso diventa sempre noioso per una coppia monogama? In altre parole, il sesso diventa gratificante soltanto se ci si sente coinvolti in una relazione stabilmente, perennemente, eccitante?  

Una parte della ricerca psicologica in materia ritiene che alla base del sesso insoddisfacente, in una coppia, vi siano significativi fattori individuali. Uno di questi, particolarmente studiato dai ricercatori, è la "noia".

La "noia" può essere un aspetto del sesso di coppia insoddisfacente

Oliveira, Carvalho e Nobre (2021), che nel loro recente articolo sul Journal of Sexual Medicine hanno esplorato i più importanti risultati di ricerca sull’argomento, indicano che alcune persone hanno una tendenza più forte a sperimentare la noia (quindi, anche nel sesso), presentando un tratto della personalità che porta alla cosiddetta "propensione alla noia".

Secondo gli autori la propensione alla noia, quando entra in ballo nelle dinamiche di coppia, irrigidisce il singolo partner portandolo a soffermare la sua attenzione solo sugli aspetti spiacevoli e insoddisfacenti del legame; il partner annoiato sente una discrepanza tra il proprio bisogno di stimoli e l’eccitazione che gli suscita l’ambiente esterno, una sorta di sentimento di privazione; vive uno stato pieno di inquietudine, in cui il desiderio è privato di sfoghi, e si sente sfiduciato di fronte alla domanda “cosa mi fornirebbero gli altri se badassero ai miei desideri?”.

La noia sessuale (sexual boredom) dunque si esprimerebbe nel singolo partner nei termini di sentimenti di sconforto verso il sesso con l’altro, visto come annoiante, spento, routinario e ripetitivo.

Secondo Oliveira, Carvalho e Nombre tra i più interessanti fattori psicologici individuali legati alla noia sessuale vi sarebbero:

  • la depressione che, a sua volta, è associata a bassa libido, apatia, ritiro sociale e incapacità di provare piacere
  • i comportamenti problematici legati alla sfera del discontrollo degli impulsi, alle condotte sessuali compulsive e rischiose (e nei casi più gravi al sadismo sessuale)
  • la difficoltà nel regolare e focalizzare l'attenzione (come, ad esempio, nei casi di deficit di attenzione e/o iperattività) poiché è necessaria attenzione affinché le coppie coltivino una vita sessuale soddisfacente, ad es. ascoltando i bisogni reciproci e mantenendo attenzione su di essi
  • lo stereotipo sociale per il quale la noia sessuale è inevitabile nelle relazioni di lungo corso. Questa convinzione, oltre che essere disconfermata dai dati di ricerca, potrebbe diventare, nel singolo partner, una specie di profezia che si auto-avvera che genera sfiducia e impedisce alla coppia di cercare attivamente nuove forme di gratificazione sessuale

La noia sessuale è un esperienza di sconforto verso il legame sessuale con il partner

Ora, stando a questi risultati di ricerca, la noia nel sesso di coppia sarebbe soprattutto una questione di distorsioni della mente razionale. Il partner annoiato sarebbe prevalentemente un partner narcisista o depresso che percepisce “malamente” le dinamiche della coppia, che commette errori di distrazione quando non si sofferma abbastanza sui bisogni dell’altro, che è irragionevole nell’associare le relazioni di lungo corso ad un inevitabile destino di insoddisfazione sessuale.

Secondo la psicoanalisi, tuttavia, la noia nel sesso non è solo questo. Nel sesso entrano in gioco anche importanti aspetti emotivi, aspetti che solo apparentemente parlano di noia del singolo nella coppia, e che, andando più in profondità, rapidamente trasfigurano in potenti emozioni inconsce condivise dalle menti di tutti e due i partner.

Come me, moltissimi altri psicoanalisti sanno bene che più si entra in contatto profondo con il partner, più ci si addentra nelle sue contraddizioni e, va da sé, più ci troveremo a fare i conti con le nostre personali e profondissime fragilità e vulnerabilità.

Mi occuperò più in dettaglio della visione psicoanalitica della noia sessuale nel prossimo articolo del mio blog. Per il momento provo a rispondere alla domanda: il sesso monogamico è sempre annoiante? Forse potrebbe esserlo se si rimane fermi sulla superficie della biologia o del comportamento individuale. Ma se ci si sposta su quello ben più complesso della psicoanalisi le cose cambiano: entra in gioco la coppia, il modo in cui i partner danzano sulle loro rispettive fragilità (e sensi di colpa interpersonali).

Fonti

de Oliveira, L., Carvalho, J., & Nobre, P. (2021). A Systematic Review on Sexual Boredom. The journal of sexual medicine, 18(3), 565–581.

Daniele Morelli Psicologo e Psicoterapeuta

Dott. Daniele Morelli

Sono uno psicologo clinico e ho una formazione psicoanalitica. Per anni mi sono occupato di adolescenti con forte disagio familiare e di pazienti psichiatrici in età adulta. Ho acquisito, durante le mie esperienze cliniche, forti competenze nell'ambito del trattamento dei disturbi mentali (in particolar modo nel trattamento psicologico dei disturbi di personalità e delle psicosi). Il mio metodo di lavoro si basa sulla psicoanalisi e si rivolge all'adulto, all'adolescente e alla coppia. Se desideri una prima consulenza, contattami pure qui.

Lascia un commento